Recensione del Philips AVENT SCD485/00: scopriamo insieme pregi e difetti.
Pro Contro
  • > Compatto
  • > Sicuro
  • > Ottimo audio
  • > Tante funzioni
  • > Qualche interferenza
  • > Batterie scarse

Benvenuti nella nostra recensione del Philips AVENT SCD485/00 Baby Monitor Analogico!

Ci addentreremo nelle specifiche tecniche e nei segreti di questo prodotto per cercare di consigliare a ogni mamma e papà l’acquisto, o meno, del baby monitor in questione: a partire da un’analisi del design, della qualità dei materiali utilizzati per l’assemblaggio e della solidità, ci sposteremo verso le funzionalità più specifiche.

Nel paragrafo dedicato alle conclusioni, riassumeremo le nostre considerazioni generali. Buona lettura 🙂

Leggero, a forma di goccia

Il Philips AVENT SCD485/00 Baby Monitor Analogico si presenta con una particolarissima forma simile a quella di una goccia d’acqua: leggero e simpatico anche da vedere, risulta qualitativamente ben assemblato, abbastanza robusto e facile da spostare nel caso in cui ve ne sia la necessità.

Il prodotto ha un’autonomia di 6 ore, ma purtroppo gli alimentatori inclusi nella confezione non sono validi per la ricarica di batterie ricaricabili: per questo motivo, è obbligatorio collegare il baby monitor alla corrente (o sostituire le batterie).

Frequenze e suono

Le frequenze sulle quali si poggia il Philips AVENT SCD485/00 interessano la banda da 40 Mhz: purtroppo questo potrebbe comportare, in alcuni casi particolari, numerose interferenze col dispositivo, considerato che questa banda di frequenza è sfruttata da comuni elettrodomestici come i cordless.

Tuttavia il suono, in linea di massima, è davvero eccellente: il baby monitor si attiva al minimo rumore captato dalla stanza del piccolo, al quale si associa l’accensione delle spie luminose. Con una portata di 150 metri, il dispositivo può essere impostato su canali differenti per risolvere o evitare la presenza di interferenze.

Controllo volume e spie

Sull’unità genitore del Philips AVENT SCD485/00 è presente una comoda rotella per poter impostare il volume a seconda delle proprie necessità: nel caso in cui l’audio fosse disattivato, per scelta o per errore, le spie luminose continueranno a funzionare in caso di eventuali suoni captati.

Sono presenti, inoltre, le spie che segnalano se si è in rete o meno con l’unità bebè e che avvisano il genitore nel caso in cui la sua unità fosse scarica.

Scheda Tecnica

  • Assorbimento
  • Tempo di durata della batteria 6 ore
  • Alimentazione 110 – 240 V
  • Adattatore CA/CC
  • DFU/ manuale dell’utente
  • Intervallo temperatura funzionamento: 10 – 40 °C
  • Intervallo temperatura immagazzinamento: 10 – 40 °C
  • Banda di frequenza: Analogica da 40 Mhz
  • Numero di canali: 2
  • Indicazione batteria scarica
  • Controllo del volume
  • Avviso automatico copertura assente
  • Spie del livello audio

Conclusioni

Sicuramente il Philips AVENT SCD485/00 è un prodotto combattivo dal punto di vista del prezzo: con un design veramente accattivante e una qualità costruttiva ottima, riesce a combattere a testa alta nella fascia medio-bassa dei baby monitor.

A partire dal tripudio di led luminosi, in grado di sottolineare l’eventuale presenza di suoni, anche quando l’audio è disattivato sull’unità genitore, si può contare su un audio molto limpido e cristallino: purtroppo, però, sfruttando la banda di frequenza dei 40 Mhz è possibile inciampare in fastidiosi fruscii e interferenze, che si possono provare ad aggirare cambiando canale.

Inoltre le batterie in dotazione fornite per l’unità genitore sono piuttosto scarse e non vengono ricaricate dal cavo di alimentazione fornito: è possibile, comunque, collegare il baby monitor alla corrente per utilizzarlo in tranquillità.

Pro Contro
  • > Compatto
  • > Sicuro
  • > Ottimo audio
  • > Tante funzioni
  • > Qualche interferenza
  • > Batterie scarse

Galleria fotografica

E tu, cosa ne pensi?

© 2017 Migliori Baby Monitor